Migliori Tergicristalli e Spazzole Tergicristallo per Auto [Guida all’Acquisto]

//Migliori Tergicristalli e Spazzole Tergicristallo per Auto [Guida all’Acquisto]

I tergicristalli sono una delle costanti della vita in auto, sia degli incrollabili lavoratori che degli amanti del viaggio.

Percorrendo lo stivale in lungo e in largo, specialmente nelle tiepide giornate autunnali e primaverili, sono l’arma in più di chi non si ferma nemmeno sotto lunghi e violenti scrosci di pioggia. Per questo motivo bisogna sempre saper scegliere tra i migliori tergicristalli per auto che siano soprattutto facili da montare.

Ovviamente, in questo caso bisogna saper interpretare quelle che sono le descrizioni dei modelli e le loro caratteristiche, anche per poter effettuare da soli la sostituzione. Uno dei punti più importanti è imparare a riconoscere la meccanica di aggancio del tergicristallo.

Il tergicristallo nel suo complesso, infatti, è composto da un braccio azionato da un motorino (la parte attaccata all’auto), al quale è agganciato il tergicristallo vero e proprio, che può anche essere definito “telaio”.  Su di esso, nella parte che va posta a contatto con il parabrezza, è posizionata una striscia di gomma delle dimensioni, in lunghezza, del telaio stesso. Questa parte è in grado di pulire il vetro da sporcizia, da pioggia, da neve e da molti altri elementi presenti nell’aria, e generalmente viene identificata come “il gommino”.

Il segreto di un’efficace sostituzione del tergicristallo sta nel capire quello che è il funzionamento dell’adattatore, il piccolo oggetto in plastica che permette di sistemare il telaio sul braccio ed infine di bloccarlo. Questo viene montato ad incastro e può essere facilmente rimosso esercitando una pressione sulle due linguette o tasti presenti sull’adattatore stesso. Bisogna fare attenzione a non forzare troppo in quanto questi strumenti sono generalmente di materiale plastico e possono andare incontro ad incrinature o rotture.

Dove comprare i tergicristalli

In una qualche dimensione parallela nella quale non si dispone di materiali come il silicio e di tecnologie come i circuiti elettronici verrebbe da dire che, per comprare i migliori tergicristalli, bisogna recarsi in officina o dal benzinaio. Ma oggi, grazie alla globalizzazione virtuale è possibile prendere praticamente ovunque un nuovo set di tergicristalli. Gli store online come Amazon hanno una vasta gamma di prodotti per tutte le marche ed i modelli di automobile ed è possibile anche scegliere tra i migliori pezzi di ricambi, come i gommini, per gli amanti del fai da te.

Entrate nella categoria dei bracci tergicristallo cliccando QUI, e selezionate marca e modello del vostro veicolo nella parte superiore della schermata:

Trova tergicristalli su Amazon

Amazon provvederà a mostrarvi i tergicristalli più adatti alla vostra macchina. I modelli più venduti sono sicuramente della serie Aerotwin di spazzole tergicristallo Bosch, i quali si adattano a quasi tutti i tipi d’auto.

Nelle grandi catene di supermercati, invece, vi sarà possibile toccare con mano la consistenza e la forma di ogni set, con l’aggiunta di una delucidazione su auto e modelli adatti per voi (molto probabilmente troverete i tergicristalli Bosch). Praticamente impossibile sbagliare.

Per chi, invece, non ha voglia di perdere troppo tempo ed essere assalito da mille dubbi sull’effettiva compatibilità di questo tipo di strumenti è sempre utile ricorrere al proprio benzinaio di fiducia, qui vi sarà possibile sfruttare la conoscenza e la capacità degli operatori che dispenseranno anche una serie di consigli utili per mantenere in salute i tergicristalli e non doversi preoccupare del ricambio in tempi troppo brevi.

Tergicristalli per auto: come sono fatti e come funzionano

Generalmente tutti i tergicristalli condividono lo stesso funzionamento. Esso è garantito dall’utilizzo di due bracci sui quali sono incastrate due “spazzole” che agiscono in sincro pulendo una porzione maggioritaria del parabrezza. La storia dei tergicristalli è una storia un po’ “monotona”, nel senso che le caratteristiche principali di questi oggetti, assolutamente affidabili, nel tempo sono rimaste più o meno le stesse. Sono cambiati i materiali e la scelta dei colori per “discrezionalità”, ma il telaio è rimasto più o meno lo stesso. Quest’ultima tipologia di tergicristalli, il “monoblade”, è spesso specifica di alcuni brand di automobili, come Mercedes, oppure alcuni modelli della Opel.

Le uniche vere “rivoluzioni”, nel mondo di tergicristalli, sono state rappresentate dall’arrivo del telaio “naked” e dalla creazione del tergicristallo “monoblade”.

Il primo è caratterizzato dalla scomparsa della struttura in ferro che sorreggeva il gommino, favorendo l’irrobustimento di questo per una tenuta adeguata. Il secondo è un singolo tergicristallo su singolo braccio, con dimensioni maggiorate e la possibilità di estendere il suo raggio di azione grazie ad un pistone montato sul braccio stesso.

Quali tergicristalli per auto scegliere?

È inutile sottolineare come oggi il mercato dei tergicristalli per auto sia aperto all’acquisto di oggetti di diversa tipologia per marca, per prezzi e per modello di auto sulla quale vanno montati. Proprio per la diversa compatibilità di alcuni modelli è sempre complesso scegliere il tipo giusto per la propria auto senza commettere errori in questo senso.

Sono molte le tipologie di tergicristalli oggi disponibili e tra le marche più apprezzate c’è sicuramente la Bosch, che del settore è leader da ormai molti anni con il suo modello di spazzole Bosch Aerotwin. Ottimi pezzi, di grande qualità e con prezzi assolutamente alla portata arrivano anche dalla Valeo e dalla Cartrend. Questa possibilità di scelta deve imporre un’adeguata strategia d’acquisto per quello che fa al caso nostro e, soprattutto, della nostra automobile.

Generalmente non è valutabile un periodo specifico entro il quale i tergicristalli sono da considerare usurati e quindi da sostituire. Per meglio interpretare questo tipo di necessità, quindi, è indispensabile valutare alcuni fattori, tra i quali vanno considerati l’usura della spazzola e l’attrito che questa applica sul parabrezza. Quando la spazzola inizia a lasciare scie di acqua piuttosto evidenti durante la “spazzolata” allora è venuto il momento di valutare il cambio dei tergicristalli.

Fino a qualche anno fa, quando i bracci dei tergicristalli ed il telaio erano di serie su un’auto, ci si apprestava a cambiare solo il gommino. Un’operazione non sempre semplice ed alla portata di tutti. Oggi per sostituire la spazzola di un tergicristallo è sufficiente trovare quella più adatta, nelle misure, al proprio modello di auto. Generalmente i produttori di tergicristalli per auto come la Bosch specificano la compatibilità di ogni tipo di spazzola nella parte posteriore della confezione, nella quale risulta essere presente la marca di auto in ordine alfabetico, il modello con relativa cilindrata e le misure della spazzola contenute nel pacco che si sta per acquistare.

Succede molto spesso che, per non perdere molto tempo, si vada ad acquistare un tipo di tergicristalli non adatti. Ad esempio, i modelli più recenti “naked”, non possono adeguarsi ad auto che montano quelli con telaio, per questo motivo quello della scelta del tipo e del modello compatibile di tergicristalli per la propria auto è un momento fondamentale della ricerca.

Se non avete voglia di perdere troppo tempo nel valutare, nell’insicurezza, quali, tra le tante marche proposte sono adatti per voi, è consigliabile recarsi presso una stazione di servizio, oppure presso un’officina. La scelta sarà sicuramente più bassa per quel che riguarda marche e modelli e la politica dei prezzi sicuramente diversa, ma la competenza degli operatori vi permetterà di effettuare il cambio in pochi minuti.

Manutenzione dei tergicristalli per auto: accorgimenti e leggende

Il fatto che un’ampia scelta di marche e tipologie di tergicristalli sia disponibile non dispensa ogni buon guidatore dal fare la giusta manutenzione. Esistono una serie di accorgimenti che possono contribuire a conservare la resa dei tergicristalli nel tempo, a diminuirne il consumo e ad allungarne la vita media.

Uno dei modi per mantenere l’efficienza dei tergicristalli è quello di pulirne i profili del gommino con una certa regolarità, per rimuovere le incrostazioni e migliorare l’aderenza sul parabrezza. Assicuratevi di avere i materiali giusti, come una pezza poco lavorata che non vada a rilasciare pezzi di stoffa o di materiale che potrebbero fermarsi sul gommino.

Molti automobilisti sono favorevoli al cambio del solo gommino per una pura questione ambientale, per ridurre il consumo di materiale, ogni volta che si va a sostituire tutto il telaio. Si può annoverare questa scelta tra i “falsi miti”, in quanto il cambio di un gommino, se non effettuato in maniera efficiente, aumenterà l’usura o la rottura di questo obbligando ad ulteriori cambi in breve tempo. Tradotto sta a significare: più gomma sprecata e addio rispetto per l’ambiente.

Quanto costano i tergicristalli per auto

Fino a qualche anno fa il cambio dei tergicristalli poteva essere un’operazione piuttosto costosa. Oggi, con l’entrata in competizione di diversi marchi ma, soprattutto, con l’utilizzo di materiali più disponibili a buon mercato, è stato possibile ridurre i prezzi di parecchio. Questo aspetto, se vogliamo, può aver complicato un po’ di più la scelta per gli utenti.

È utile notare come, senza fare molta differenza, nel risparmio, tra negozio fisico e store online (quest’ultimo permette di risparmiare nell’ordine di pochi centesimi), i migliori tergicristalli per auto sono generalmente prodotti dalla Bosch, che propone prezzi interessanti che possono oscillare tra i 17 e i 25 euro, con particolari punte mai oltre i 30 euro. Generalmente la differenza tra i tergicristalli con telaio e quelli naked si aggira intorno ai 5-7 euro.

Il vantaggio di scegliere un prodotto di questo tipo è relativo all’ampia disponibilità. Non esistono, infatti, sostanziali differenze tra i prodotti naked della Bosch e quelli della Valeo, in quanto i tergicristalli di qualità più elevata non scendono sotto i 19 euro.

Il mondo dei tergicristalli è più complesso di quanto si possa pensare. Qui, fare la scelta giusta è fondamentale e conoscere il funzionamento, la consistenza e la disponibilità sul mercato di oggetti come i tergicristalli è fondamentale per non commettere errori. Azionate la leva e godetevi il magico movimento di questi magnifici oggetti.

Sommario
Data Recensione
Prodotto Recensito
Tergicristalli
Voto dell'Autore
51star1star1star1star1star
2017-11-24T11:45:40+00:003 aprile 2017|0 Comments

Rispondi